Dalla raccolta ai fatti: Alea (Talkway) e Leonardo insieme per sviluppare le comunicazioni del futuro!

17 luglio 2019, 1175 visite

Talkway è la storia di successo di CrowdFundMe che arriva fino a Leonardo. Ma andiamo con ordine. Nel 2017 il brand di Alea che trasforma lo smartphone in un avanzato sistema Push-To-Talk, rendendolo praticamente un walkie talkie per aziende, ha lanciato una campagna sul portale di equity crowdfunding. La raccolta della PMI innovativa si è chiusa con successo: oltre 390 mila euro da 87 investitori. I finanziamenti sono poi stati utilizzati soprattutto per potenziare ulteriormente l’app e per realizzare una versione MCPTT (Mission Critical Push To Talk).

Dopo la raccolta, Alea ha proseguito su un percorso di crescita fino ad attirare l’attenzione di Leonardo: a giugno le due società hanno siglato un accordo per sviluppare soluzioni di nuova generazione nell’ambito delle comunicazioni mission critical, quelle necessarie per la corretta operatività in fase di realizzazione di un determinato progetto industriale (cantieri, scavi, demolizioni). L’annuncio è stato diffuso a margine del Critical Communications World 2019, evento di riferimento nel settore delle comunicazioni professionali. Cosa prevede la partnership? Saranno sviluppate soluzioni che viaggeranno su reti LTE: voce (MC-PTT: Mission Critical Push-To-Talk), video (MC-Video: Mission Critical Video) e dati (MC-Data: Mission Critical Data).

E il lavoro di Alea e Leonardo, inoltre, contribuirà a orientare in maniera determinante i futuri sviluppi verso le reti 5G. Un mondo con potenzialità di crescita enormi: nel comunicato della multinazionale italiana si legge che «la capacità di connessione a reti LTE e 5G diventerà un’esigenza sempre più forte». Per la società proprietaria di Talkway si tratta di un’occasione unica di crescita che potrebbe portare a una netta rivalutazione delle quote dei soci. E cresce l’interesse dei grandi player per le startup specializzate nelle comunicazioni mission critical: non è quindi da escludere una possibile acquisizione nel prossimo futuro.

L’accordo tra Alea e la multinazionale conferma infine l’efficacia di CrowdFundMe nel valutare il settore di riferimento e le prospettive di sviluppo delle emittenti. Nel caso di Talkway, infatti, tra i punti di forza erano stati individuati l’innovatività tecnologica del progetto, il trend di crescita del business e la posizione di leadership in una nicchia di mercato in forte espansione.

Talkway

Devi essere autenticato per lasciare un commento