Equity

4,6%

Valutazione

€ 1.250.000

Premoney

Obiettivo

€ 60.000

Investiti

€ 169.712

Pari al 12,0% equity

Tipo progetto

Equity

Chip minimo

€ 250

Tipo società

Startup Innovativa

Tipo quota

A (€ 12.500), B
283%
Progetto concluso
Forte impatto sociale, economico, relazionale ed umano per i pazienti
Decentralizzazione del SSN, riduzione del rischio di contagi, minor costi per il SSN
Mercato in crescita esponenziale condizionato dalla recente pandemia da Covid-19
Tecnologie proprietarie di machine learning a supporto del business model

Descrizione

Rx Home è una startup innovativa a vocazione sociale che nasce con l’obiettivo di offrire un servizio di radiologia domiciliare e di telemedicina per il cittadino. La diagnostica per immagini al domicilio prevede l’esecuzione di esami radiografici ed ecografici direttamente a casa dei pazienti. Grazie ad un team multidisciplinare, Rx Home è in grado di offrire un servizio di comprovata qualità sfruttando le più recenti tecnologie così da raggiungere livelli di efficienza assenti fino ad ora sul mercato.


L’azienda ha iniziato ad operare in Abruzzo come first-mover in questo settore, con l’obiettivo, una volta maturata una rete capillare in questa regione, di espandersi in altre regioni italiane.
Prima della pandemia da SARS CoV-2 i due co-fondatori avevano avviato il progetto di Rx Home con le proprie forze e a fronte di un loro personale investimento. Il diffondersi del Coronavirus, però, ha fatto loro intuire che, per far fronte alla crescita esponenziale della domanda e al bisogno sanitario dei pazienti sia affetti da Covid-19 che non, fosse opportuno ricorrere all’Equity Crowdfunding. Rx Home si propone di crescere il più rapidamente possibile grazie al supporto di CrowdFundMe, così da poter aiutare tutti i pazienti che necessitano di controlli radiologici che non possono o non vogliono recarsi in strutture ospedaliere. Rx Home, inserendosi attivamente nel panorama della sanità abruzzese già da maggio 2020 cercherà quindi di sostenere, almeno in parte, la grande difficoltà che il Sistema Sanitario Nazionale (SSN) sta affrontando in questo periodo storico.

Perché investire

Decentralizzazione SSN – Rx Home ha come obiettivo quello di supportare il processo di decentralizzazione del sistema sanitario già in corso. Il sistema sanitario nazionale (con cui mira a essere convenzionata) garantisce alle persone non autosufficienti l’assistenza sanitaria a domicilio (art. 22 del Dpcm 12 gennaio 2017). In Abruzzo, in particolare, il sistema sanitario regionale fin dal 2016 ha come obiettivo cardine “gestire i pazienti cronici il più possibile al domicilio”. In aggiunta, a causa della pandemia di Covid-19, è stata emessa un’ordinanza del presidente della Regione che privilegia la permanenza dei pazienti a domicilio. In tali disposizioni regionali, come nella maggior parte d’Italia, non sono però ancora garantite le prestazioni di radiologia. Le uniche regioni che hanno avviato un percorso in questa direzione sono Piemonte e Lombardia. Rx Home sarà quindi pioniera in questo settore.

Emergenza Covid-19 – Rx Home supporta la rete sanitaria territoriale nel garantire una continuità assistenziale a tutti i pazienti non affetti da Covid-19, cronici e non, che non possono o hanno timore di recarsi nelle strutture ospedaliere. Inoltre, il servizio di Rx Home è utile per poter valutare il quadro polmonare nei pazienti Covid positivi (con DPI – Dispositivi di protezione individuale – necessari e accurata sanificazione dei macchinari). A fronte di tale emergenza alcune realtà, soprattutto del Nord Italia, hanno attivato servizi di radiologia al domicilio per la diagnosi precoce di Covid-19.

Tecnologie proprietarie all’avanguardia – Il team di sviluppo di Rx Home dispone di competenze tecnologiche di Machine Learning e Intelligenza Artificiale, attraverso Tensor Flow e ML Python. Queste tecnologie saranno utilizzate con lo scopo di:

  • Creare un algoritmo di efficienza per la gestione degli appuntamenti in cui verranno suggeriti ai pazienti date e orari sulla base del calendario dei TSRM (Tecnico Sanitario di Radiologia Medica);
  • Creare un algoritmo che supporti il radiologo nella refertazione in telemedicina;
  • Gestire la refertazione in Cloud in collaborazione con Paxera Health. Tale sistema permette al radiologo di visionare le immagini su qualunque dispositivo, sia mobile che desktop, e permette al paziente e al medico di ricevere un link per la visualizzazione del referto e delle immagini.

Potenzialità del mercato – Secondo un’analisi di Rx Home in Italia vengono eseguiti ogni anno oltre 40 milioni di esami radiologici (stima conservativa di RX Home poiché gli ultimi dati forniti da SIRM – Società italiana di radiologia medica e Interventistica – in una intervista su “La Stampa” del 2017 parlano di 100 milioni). Meno di 10.000 vengono effettuati annualmente a domicilio. In modo particolare, durante la pandemia Covid-19, un’analisi di Rx Home, basata su interviste ai medici con cui collabora e confermata da un’intervista a Diego Catania (Presidente dell’Ordine TSRM e PSTRP di Milano, Como, Lecco, Lodi, Monza Brianza e Sondrio), stima che circa il 70% delle radiografie programmate in regime ordinario non verranno eseguite a causa di due fattori principali:

  •  il SSN garantisce, al momento, solo prestazioni urgenti;
  • gli studi radiologici privati non convenzionati hanno chiuso, come da decreto ministeriale.

Si stima inoltre che, anche a riapertura di tali strutture, l’utente ritardi nell’eseguire i propri controlli radiologici sia per sovraffollamento delle liste d’attesa, sia per timore di contagio nel recarsi presso gli ospedali.

I calcoli e le stime sopra citati portano il numero potenziale di radiografie domiciliari a 28 milioni all’anno (di cui 615.000 solo in Abruzzo). Rx Home prevede di raggiungere una quota di mercato nella regione di partenza (Abruzzo) dello 0,82% alla fine del terzo anno di attività e del 1,28% alla fine del quinto anno.

Impatto sociale, economico e umano – Il ricorso a ospedali rappresenta un rischio per il paziente per via del trasporto, dell’attesa e dei potenziali contagi. Inoltre, la prestazione domiciliare consente un’ottimizzazione delle risorse: il trasporto del paziente ha un costo sia per il SSN sia per i familiari che lo devono accompagnare e si devono pertanto allontanare dal posto di lavoro. Allo stesso tempo, i centri di radiologia possono essere utilizzati per altri esami. Infine, eseguendo l’esame a casa i pazienti sono più tranquilli, la relazione con i professionisti è favorita e l’impatto psicologico è sicuramente minore (Rapporto Istisan 17-10).

Team multidisciplinare di esperti – Rx Home dispone di un team multidisciplinare a elevate competenze. Marcello Da Col, fondatore, è tecnico di radiologia con 10 anni di esperienza e ha lavorato in diverse realtà sia ospedaliere che private. Mattia Perroni, co-fondatore, è l’ex amministratore delegato di Houzz in Italia, e, grazie alle sue esperienze all’estero ha gestito la crescita di diverse aziende di successo. Ian Ruta, Product Manager, è esperto di sviluppo software. Annalisa Perroni, advisor, è medico specializzando in medicina d’emergenza-urgenza e lavora presso l’ospedale SS. Annunziata di Chieti. Erika Conforti, advisor, è medico di medicina generale e di continuità assistenziale di Milano. Focus nella sezione ‘Team’.

Risultati raggiunti

Le barriere all’ingresso della telemedicina e della diagnostica a domicilio sono molteplici. Il percorso per entrare in questo settore è stato complesso, ma significativamente accelerato dai membri del team che già hanno operato nello stesso settore, in modo particolare il fondatore Marcello. Di seguito verranno elencati i risultati concreti raggiunti da Rx Home ad oggi:

  1. Sono stati intervistati 25 medici di medicina generale nella provincia di Chieti e Pescara, 23 dei quali si sono dichiarati pronti a partire con l’offerta del servizio ai propri pazienti;
  2. Sono state contattate 11 case di cura nella provincia di Chieti e Pescara, 8 delle quali hanno richiesto un preventivo per avere una presenza nelle loro strutture una volta ogni due settimane;
  3. Sono state coinvolte 8 associazioni e società di assistenza a domicilio, che hanno dato parere positivo per una collaborazione, così da integrare i loro servizi con quello dell’azienda;
  4. La società ha identificato le apparecchiature più performanti e più tecnologicamente sviluppate; RX HOME ha fatto uno scouting dei produttori sul mercato, ognuno con caratteristiche, costi e software differenti. Grazie al recente sviluppo tecnologico, le apparecchiature scelte sono macchinari moderni che lavorano con un basso dosaggio di radiazioni, in condizioni di sicurezza sia per il paziente che per l’operatore TSRM. Le apparecchiature portatili garantiscono immagini equivalenti a quelle che si acquisiscono in centri convenzionali e sono facilmente trasportabili, anche da un unico operatore. Tali macchinari sono composti da:
    • un’unità x-ray portatile (tubo radiogeno), leggera (8 kg) e maneggevole ad alta frequenza (kV range 40-100, e mAs range 0.3-50);
    • un flat panel ad alta sensibilità’ e risoluzione (3,5 Ip/mm con pixel pitch di 140µm) in grado di trasformare la radiazione in immagine, con trasferimento dati tramite interfaccia wireless ad altissima velocità di trasmissione;
    • un computer portatile con software dedicato per la rielaborazione delle immagini in grado di inviare tali immagini in Cloud al medico radiologo refertante in telemedicina.
  5. La società ha già selezionato i professionisti per i controlli di qualità e la certificazione delle apparecchiature (fisico sanitario ed esperto qualificato), e il responsabile dell’impianto radiologico (medico specialista in radiologia);
  6. La società ha ricercato i software e i web-server DICOM più adatti alle sue esigenze e meglio integrabili con le macchine selezionate. In questa fase sono state valutate 6 software house, tenendo in considerazione le normative italiane e europee sulla gestione dei dati sanitari e della privacy, in modo da potersi espandere anche in altri paesi UE. Sono state inoltre valutate le integrazioni API necessarie al fine dello sviluppo degli algoritmi di machine learning.

Alla luce di tutte queste ricerche preliminari, i due fondatori, Marcello e Mattia, avevano già ordinato un primo macchinario quando è esplosa la pandemia di Covid-19. Da qui la scelta di accelerare i tempi del progetto rivolgendosi a CrowdFundMe per poter aiutare, il più rapidamente possibile, tutti i pazienti che necessitano di controlli radiologici e che non possono recarsi in strutture ospedaliere.

Come investiremo i capitali raccolti

Prima della pandemia Covid-19, i due co-fondatori avevano avviato il progetto di Rx Home con le proprie forze e a fronte di un loro personale investimento. Il diffondersi del Coronavirus, però, ha fatto loro intuire che, per far fronte alla crescita esponenziale della domanda e al bisogno sanitario dei pazienti sia affetti da Covid-19 che non, fosse opportuno ricorrere all’Equity Crowdfunding. I capitali raccolti verranno investiti soprattutto per:

  1. L’acquisto di altri due macchinari nel più breve tempo possibile, in modo tale da poter accelerare l’espansione del servizio;
  2. L’espansione inter-regionale come da infografica sovrastante:
    • primo anno: Abruzzo;
    • secondo anno: apertura ulteriori 2 regioni;
    • terzo anno: apertura ulteriori due regioni ed inizio attività ecografica;
    • quarto anno: apertura ulteriori 3 regioni;
    • quinto anno: apertura ulteriori 2 regioni
  3. Il reclutamento di altri TSRM per utilizzare a pieno regime le apparecchiature;
  4. Ricerca e Sviluppo per:
    • creare un algoritmo di efficienza per la gestione degli appuntamenti in cui verranno suggeriti ai pazienti date e orari sulla base del calendario dei TSRM (Tecnico Sanitario di Radiologia Medica);
    • creare un algoritmo che supporti il radiologo nella refertazione in telemedicina con un conseguente guadagno in termini di qualità del referto e maggiore rapidità di refertazione in cloud;
    • gestire la refertazione in Cloud in collaborazione con Paxera Health. Tale sistema permette al radiologo di visionare le immagini su qualunque dispositivo, sia mobile che desktop, e permette al paziente e al medico richiedente la prestazione di ricevere un link per la visualizzazione del referto e delle immagini.

Rx Home si propone di poter aiutare, il più rapidamente possibile, tutti i pazienti che necessitano di controlli radiologici e che non possono recarsi in strutture ospedaliere, cercando di sostenere, almeno in parte, la grande difficoltà che il SSN sta affrontando.

Questa sezione è riservata agli utenti registrati.

Tutti i progetti sono corredati da business plan dettagliati che evidenziano perché investire, i risultati raggiunti, il mercato d’appartenenza e le strategie future.

Registrati ora e scopri tutti i dettagli!

Registrati

Hai un account? Login!

Questa sezione è riservata agli utenti registrati.

Tutti i progetti sono corredati da business plan dettagliati che evidenziano perché investire, i risultati raggiunti, il mercato d’appartenenza e le strategie future.

Registrati ora e scopri tutti i dettagli!

Registrati

Hai un account? Login!

Questa sezione è riservata agli utenti registrati.

Tutti i progetti sono corredati da business plan dettagliati che evidenziano perché investire, i risultati raggiunti, il mercato d’appartenenza e le strategie future.

Registrati ora e scopri tutti i dettagli!

Registrati

Hai un account? Login!

Questa sezione è riservata agli utenti registrati.

Tutti i progetti sono corredati da business plan dettagliati che evidenziano perché investire, i risultati raggiunti, il mercato d’appartenenza e le strategie future.

Registrati ora e scopri tutti i dettagli!

Registrati

Hai un account? Login!

Questa sezione è riservata agli utenti registrati.

Tutti i progetti sono corredati da business plan dettagliati che evidenziano perché investire, i risultati raggiunti, il mercato d’appartenenza e le strategie future.

Registrati ora e scopri tutti i dettagli!

Registrati

Hai un account? Login!

;

Questa sezione è riservata agli utenti registrati.

Tutti i progetti sono corredati da business plan dettagliati che evidenziano perché investire, i risultati raggiunti, il mercato d’appartenenza e le strategie future.

Registrati ora e scopri tutti i dettagli!

Registrati

Hai un account? Login!

Le informazioni sull’offerta non sono sottoposte ad approvazione da parte della Consob. L’offerente è l’esclusivo responsabile della completezza e della veridicità dei dati e delle informazioni dallo stesso fornite. Si richiama inoltre l’attenzione dell’investitore che l’investimento, anche mediante OICR o società che investono prevalentemente in strumenti finanziari emessi da piccole e medie imprese, è illiquido e connotato da un rischio molto alto.

Investi con CrowdFundMe: la piattaforma di crowdinvesting per costruire il tuo portafoglio diversificato

Flusso di investimento

Flusso di investimento