Cosa sono le Società Benefit e perché siamo felici di iniziare a proporle agli investitori

7 settembre 2018, 1030 visite

Il nostro portale ospita la sua prima campagna di una Benefit Corporation. Si tratta di un tipo di società abbastanza nuova, tanto in Italia quanto all’estero, e quindi abbiamo deciso di realizzare un approfondimento per descrivere le caratteristiche di questo tipo di società, dare una panoramica dello scenario internazionale e spiegare perché pensiamo che sarà il primo di una lunga serie di successi!


Cosa sono le società benefit?

Prima di tutto è importante chiarire che la Società Benefit è una azienda a scopo di lucro: la denominazione “società benefit” è una nuova forma giuridica di impresa per le società, introdotta a partire dal 2010 seguendo quanto già fatto negli USA con le Benefit Corporation (questa è la denominazione internazionale).

Come spiegato sul sito di informazione ufficiale sulle Società Benefit curato da B Lab (la ONG che “regola” a livello globale questo movimento)

Una società benefit è una società tradizionale con obblighi [statutari, N.d.A.] modificati che impegnano il management e gli azionisti a standard più elevati di scopo, responsabilità e trasparenza:

  • Scopo: le società benefit si impegnano a creare un impatto positivo sulla società e la biosfera, ovvero valore condiviso, oltre a generare profitto. La sostenibilità è parte integrante del loro business model e le SB creano condizioni favorevoli alla prosperità sociale e ambientale, oggi e nel futuro.
  • Responsabilità: le società benefit si impegnano a considerare l’impatto della società sulla società e l’ambiente al fine di creare valore sostenibile nel lungo periodo per tutti gli stakeholder.
  • Trasparenza: le società benefit sono tenute a comunicare annualmente e riportare secondo standard di terze parti i risultati conseguiti, i loro progressi e gli impegni futuri verso il raggiungimento di impatto sociale e ambientale, sia verso gli azionisti che verso il grande pubblico.

Le società tradizionali sono tenute a massimizzare il profitto come obiettivo primario e questo è il criterio dominante nei loro processi decisionali. Molti ora vedono questo come un ostacolo nella creazione di valore a lungo termine per tutti gli stakeholder, inclusi gli azionisti stessi.

In poche parole, le Società Benefit sono aziende che per statuto cercano il profitto e contemporaneamente la creazione di un impatto positivo su tutte le persone coinvolte dalla sua attività e l’ambiente.

In questo modo, la natura for profit della società Benefit se vogliamo diventa ancora più chiara: a lungo termine, non c’è società e quindi nessun impatto se non c’è profitto!

 

Non sono solo belle parole, ma anche bei numeri

L’impatto che le Società Benefit si impegnano a produrre deve essere misurabile – questo è uno dei pilastri del movimento Benefit. E infatti il B Lab ha creato un preciso set di parametri che compongono un report che le società devono pubblicare su base annuale e rinnovare ogni due anni: il B Impact Assessment

Il B Impact Assessment è una indagine completa delle pratiche aziendali che copre sei temi principali: governance, lavoratori, comunità, ambiente, clienti e modelli di impatto aziendale specifici del settore, che misurano fattori quali le emissioni di gas serra, la diversità nel board, i benefici per i dipendenti e la trasparenza aziendale.

Il completamento dell’assessment genera quindi un punteggio di valutazione dell’impatto dell’impresa. Periodicamente l’associazione B Lab verifica che quanto dichiarato nell’assessment corrisponda con la realtà.

Questo Assessment può essere fatto anche dalle società non Benefit: se il loro punteggio è maggiore o uguale a 80 su un massimo di 200 e se la revisione del team di B Lab lo conferma, la società ottiene la certificazione “B Corp” dichiarando che si tratta di un’azienda socialmente responsabile. La differenza di una società certificata B Corp con una Società Benefit è che quest’ultima è legalmente impegnata, tramite il suo statuto, a perseguire un impatto sociale positivo per la società.

 

Perché investire in una Società Benefit?

La certificazione B Corp o la struttura legale di Società Benefit non si traducono automaticamente in rendimenti finanziari positivi, ma reputiamo che ci siano evidenti vantaggi per gli investitori – sempre rinforzando che ciascun investitore debba perseguire una strategia di diversificazione del proprio portafoglio.

  • TRASPARENZA: le società Benefit si impegnano per statuto a redigere e pubblicare report ulteriori rispetto alla documentazione di una società tradizionale. Sono informazioni, ricche di dati non finanziari, che forniscono utilissime informazioni e approfondimenti per gli investitori su come il management sta agendo. Il fatto di volersi sottoporre al B Impact Assessment è un indicatore che il management mostra una grande apertura all’autocritica, ai feedback, alla consapevolezza che esistono molteplici forme di rischio, anche reputazionale, che solo una maggiore attenzione a tutti i portatori di interessi coinvolti da una attività aziendale (i famosi stakeholder) può contemperare.
  • REPORTISTICA STANDARD E DATI CONFRONTABILI: il report B Impact Assessment è un protocollo standardizzato e quindi gli investitori possono utilizzarlo per confrontare la performance interna della società nel tempo, fornendo alla società l’opportunità di stabilire degli obiettivi e fare un benchmark delle proprie prestazioni. Non solo, ma può anche essere utilizzato per confrontare la performance aziendale con altre società che hanno effettuato il B Impact Assessment. Si tratta quindi di un vero e proprio benchmark su gestione, sostenibilità, operazioni e impatto. Ci sono oggi più di 40.000 aziende in tutto il mondo che redigono il proprio report B Impact Assessment, che devono essere sottoposti a un aggiornamento ogni due anni.
  • ATTRAZIONE E RETENZIONE DI TALENTI: L’impegno di una società Benefit a perseguire un fine sociale, oltre che economico, aiuta le aziende a reclutare, trattenere e massimizzare la motivazione e la produttività dei dipendenti che condividono gli stessi valori (e questi valori sono sempre più condivisi). Questa tendenza ha una influenza diretta sui costi delle risorse umane e sulla loro produttività: per le società Benefit costa meno mantenere i propri talenti! Secondo un sondaggio del 2016 svolto da Linkedin e Imperative su 26.000 utenti in 40 Paesi, ha rilevato che i lavoratori che si sono dichiarati molto attenti al fatto che l’azienda avesse un non solo economico, ma anche sociale (in inglese si usa una parola bellissima, purpose) offrono il 54% in più di probabilità di rimanere in un’azienda per oltre 5 anni e il 30% in più di probabilità di avere prestazioni elevate. I dipendenti soddisfatti, performanti e fedeli creano più di una cultura positiva. Uno studio di Hewitt Associates ha rilevato che le aziende con livelli più elevati di coinvolgimento dei dipendenti sovraperformano il mercato azionario di quasi il 20%.
  • RISPARMI E CLIENTI B2B FEDELI: il fatto che le società Benefit perseguano un impatto positivo anche per l’ambiente ha come conseguenza una maggiore attenzione del management all’approvigionamento e al controllo degli sprechi. Questo porterà ad un ulteriore contenimento dei costi. E non è da sottovalutare il fatto che società Benefit e società certificate B Corp preferiranno acquistare prodotti e servizi da altre società Benefit e certificate B Corp, potendo contare su maggiore sostenibilità, trasparenza e affidabilità. Quindi più il movimento si estenderà e più clienti B2B fedeli ci saranno!

Come già dichiarato, il movimento delle società Benefit è piuttosto giovane, ma alcune statistiche iniziano ad emergere:

  • I ricercatori della School of Management di SUNY Binghamton hanno scoperto che le società certificate B Corp hanno avuto un tasso di crescita del 50,48% durante la crisi finanziaria del 2008 (Chen, Xiujian, and Thomas F. Kelly. “B-Corps—A Growing Form of Social Enterprise.” Journal of Leadership & Organizational Studies 22, no. 1 (2014): 102–14. doi:10.1177/1548051814532529)
  • A maggio 2017, quasi tutte le principali società di venture capital della Silicon Valley avevano investito in almeno una società certificate B Corp oppure una Società Benefit, per un totale di oltre 1,4 miliardi di dollari (Alexander, Rick. “How Investors Really Feel About B Corps” B the Change. May 24, 2017)

Non solo, anche i maggiori fondi al mondo stanno dimostrando, con i fatti, il loro interesse verso l’investimento in società che abbiano un approccio positivo verso Ambiente, Società e una Governance più ampia (si tratta dell’acronimo ESG: Environment, Social, Governance). Tra questi possiamo citare BlackRock.

 

Proprio il CEO di BlackRock, Larry Fink, ha dedicato a questo tema la propria lettera ai CEO di inizio 2018:

“To prosper over time, every company must not only deliver financial performance, but also show how it makes a positive contribution to society.” —Larry Fink, Chairman e CEO di BlackRock

 

E quindi?

La conclusione che diamo al nostro approfondimento è che l’investimento in Benefit Corporation è una valida opportunità di diversificazione del portafoglio con una ottica di lungo periodo e con una possibile funzione anticiclica, vista la performance che queste società hanno dimostrano in tempi di crisi.

È comunque chiaro che non basta essere Società Benefit per avere successo, ma, se questo fosse abbinato a una solida gestione dei flussi di cassa, una leadership appassionata, una strategia coerente, un piano aziendale razionale e tutti gli altri fattori che sottendono a ogni impresa di successo, essere società Benefit (o avere la certificazione B Corp) è sia un mitigatore del rischio che un identificatore di opportunità.

 

E noi siamo felicissimi di poter offrire la possibilità di investire anche in una società Benefit con un business model già validato da clienti corporate di grandissimo spessore: conoscete Green Idea Technologies!

 

Fonti e altre informazioni

Devi essere autenticato per lasciare un commento