Il mercato di PrestoFood.it vale già milioni di euro?

19 marzo 2018, 843 visite

Il primo servizio di food delivery nel Sud Italia potrebbe essere appetibile per i big del settore, come dimostra il caso PizzaBo

PrestoFood.itgià presente in 5 città italiane, Catania, Palermo, Lecce, Reggio Calabria e Messina, è attualmente il primo servizio di consegne a domicilio nel Sud Italia. Unmercato dove i grandi competitor del settore, come Deliveroo e Foodora non sono ancora attivi. Grazie ai capitali raccolti, l’azienda potrà lanciare il servizio in altre 4 nuove città, Cagliari, Bari, Sassari e Napoli, il più grande agglomerato urbano del Sud, non ancora servito dai due colossi del Food Delivery.

Con 59.000 ordini evasi e un transato di € 1.370.970 nel 2017, PrestoFood.it è riuscita aquadruplicare il fatturato dal 2016 al 2017, passando da € 135.000 a € 584.000. Inoltre, nel 2018 l’azienda ha già raggiunto i € 220.000 di fatturato. Grazie a questa forte crescitaPrestoFood potrebbe essere uno dei prossimi casi di acquisizione del settore food come già accaduto a PizzaBo, la startup bolognese acquistata a fine 2015 dalla holding tedesca Rocket Internet per  più di € 51milioni.

Ad attirare l’attenzione di un acquirente potrebbero essere il dominio nel suo mercatoe la folta e fedele base clienti. Questo è valso per PizzaBo, RestOpolis e MyTable, queste ultime acquistate da The Fork. Ad oggi PrestoFood conta un proprio bacino di clientela di 20.000 utenti. Numero che tenderà a crescere in misura esponenziale, considerando anche l’apertura in 4 nuove città.

L’avviamento nel mercato del Sud Italia di PrestoFood.it sarà il fattore appetibile per i big del settore del food delivery?

Devi essere autenticato per lasciare un commento