Smart shop addio, oggi l’erba (light) arriva direttamente a casa: partita la campagna di equity crowdfunding di JustMary, uno dei primi servizi in italia di delivery di canapa legale

18 settembre 2018, 4770 visite

Cannabis light a domicilio, nel rispetto delle regole e con la professionalità e le caratteristiche di un business consolidato. È quanto propone JustMary, pionieristica startup milanese tra le prime in Italia a offrire un servizio a domicilio di delivery di canapa legale e ora protagonista di una campagna di equity crowdfunding su CrowdFundMe. JustMary è una società nata a metà 2018 ma che vanta già diversi punti di forza che la distinguono dai suoi principali competitors, a partire dalla velocità: con un ordine tramite il sito web o la app dedicata, infatti, si riceve il quantitativo di canapa legale desiderato direttamente a casa propria in meno di 45 minuti. Il servizio, inoltre, è attivo dalle 18 alle 24, fascia oraria durante la quale i diretti concorrenti di vendita attraverso punto fisico sono chiusi, permettendo così agli utenti di acquistare la cannabis light anche nelle ore più tarde. Rapidità, efficienza, riservatezza, costi limitati, cui si aggiunge una copertura capillare sull’intera città di Milano: sono questi gli ingredienti del successo di JustMary che la rendono anche un modello di business replicabile in altre città italiane (presto Torino e Bologna).

La startup – nata in seguito all’entrata in vigore della legge n. 242 del 2 dicembre 2016, intitolata «Disposizioni per la promozione della coltivazione e della filiera agroindustriale della canapa» – risponde all’esigenza di centinaia di persone che necessitano di acquistare cannabis light in modo facile, veloce e, soprattutto rispettando la privacy dei clienti finali. Il prodotto venduto, infatti, non è
stupefacente, dal momento che la concentrazione di THC rispetta i livelli stabiliti per legge.

L’approvazione della legge sulla coltivazione della canapa ha portato a un incremento del 200% degli ettari coltivati, per un potenziale giro d’affari che, secondo le stime, si attesta a 44 milioni di euro annui solo per il mercato italiano. Una tendenza abilmente intercettata da JustMary: in soli due mesi e mezzo di attività, la startup ha registrato una media di un ordine ogni 30 secondi. Merito anche di un team con alle spalle anni di esperienza nello sviluppo di startup e nel settore finanziario.

Il mercato della cannabis (tradizionale e a basso contenuto di THC) è in continua espansione nel mondo. Tra i mercati principali ci sono gli USA, dove tutti gli stati della federazione Americana stanno progressivamente legalizzando la canapa, dopo che la California ha fatto da testa di ponte. Più a nord, il Canada dal 12 ottobre legalizzerà la sostanza nell’intero Paese mentre in Europa, oltre alla “tradizionale” Olanda anche la Spagna ha abbattuto il tabù della marijuana.

Investire in JustMary significa quindi raccogliere la sfida di un business che offre enormi potenzialità e che si sta espandendo rapidamente anche in Italia. Il team inoltre ha una estesa esperienza nel lancio e sviluppo di startup, oltre a una lunga carriera in campo finanziario: questo garantisce l’attenzione della creazione del valore per gli investitori.

Il nostro servizio, esclusivo, ci ha permesso di stringere accordi importanti con realtà
affermate nel mercato italiano, come LegalWeed o MamaMary, ma soprattutto
stiamo dialogando con realtà europee, importanti, pronte ad abbracciare la nostra
mission. Per questo abbiamo lanciato una campagna di crowdfunding sul
portale CrowdFundMe con l’obiettivo di raccogliere tra 50mila e 100mila euro e che
ci permetterà di sviluppare il nostro business in altre città Italiane. Nel nostro Paese si contano oltre 600 punti vendita che offrono prodotti legati alla canapa. Molti sono «grow shop», negozi che si occupano di articoli per coltivare le piante di canapa, altri commercializzano prodotti derivati dalla canapa, ma nessuno ha ancora offerto un servizio organizzato e strutturato come il nostro. Il mercato è in forte crescita e ci ha sorpreso positivamente, in una Milano deserta, nei mesi estivi, abbiamo avuto un riscontro tale da farci accelerare la nostra crescita”

Ha commentato Matteo Moretti, founder di JustMary.

I fondi raccolti grazie alla campagna di equitycrowdfunding su CrowdFundMe saranno impiegati nell’implemento di:
– Attività di marketing
– Risorse umane
– Hardware e struttura

Obiettivo di JustMary è offrire un servizio sempre più personalizzato ed efficiente, aumentando i prodotti disponibili, assumendo nuovi driver e replicando il format in altre città italiane, quali Torino e Bologna.

Leggi il business plan e investi a partire da €250.

Devi essere autenticato per lasciare un commento