My Cooking Box
My Cooking Box
Overfunding
Equity
6,0%
Valuation
€ 783.333
Obiettivo
€ 50.000
Investiti
€ 200.000
Pari al 20,3% equity
400%
Progetto concluso
Obiettivo
€ 50.000
Chip minimo
€ 250
Tipo Quota
A (€ 16.000), B

Descrizione

My Cooking Box (www.mycookingbox.it) è una scatola che contiene tutti (ma proprio tutti) gli ingredienti, compreso sale e olio, nelle giuste dosi per realizzare un ottimo piatto italiano a spreco zero.
Gli ingredienti sono selezionati tra le eccellenze alimentari (DOP, IGP, STG) di ogni regione italiana, che valorizzano oltre al sapore e gusto anche l’origine del prodotto, la zona di produzione e i metodi di produzione.
Abbiamo studiato, realizzato e testato le prime box che ora sono in commercio:
my-cooking-box-trofie
ORIGINE: Liguria
CHEF: Francesca Marsetti (Volto noto di Rai 1, chef del programma “La Prova del Cuoco”)
INGREDIENTI : Trofiette, pesto genovese, Pinoli, Olio extra vergine d’oliva, Cristalli di sale marino, Pepe nero.

my-cooking-box-busiate
ORIGINE: Sicilia
CHEF: Fabio Potenzano (Siciliano doc, docente di cucina nelle migliori scuole italiane. Chef della Nazionale Italiana Cuochi e Chef di Rai 2 nel programma “Detto Fatto”.)
INGREDIENTI : Busiate Tumminia, salsa di pomodoro ciliegino, Olio aromatizzato all’aglio, Olio Extra Vergine d’oliva, Olive nere, Capperi lilliput, Cristalli di sale marino, sale fino e pepe nero.

my-cooking-box-pacch
ORIGINE: Campania
CHEF: Roberto Proto (Chef-patron del ristorante Il Saraceno di Cavernago UNA STELLA MICHELIN)
INGREDIENTI : Mezzi paccheri rigati di Gragnano, ventresca di tonno, salsa di pomodoro giallo di Capaccio, olive nere, capperi lilliput, Olio aromatizzato all’aglio, Olio Extra Vergine d’oliva, Cristalli di sale marino, sale fino, pepe nero, zucchero.

Abbiamo appena concluso le prove con l’Accademia del Gusto per la nuova ricetta bergamasca in uscita per ottobre, la box è stata richiesta e studiata insieme a Visit Bergamo (agenzia per la promozione turistica costituita da Provincia, Comune e Camera di Commercio di Bergamo) in occasione del progetto internazionale ERG EAST LOMBARDY che la vede capitale enogastronomica.

TARGET CUSTOMER

Il nostro Target corrisponde alla categoria di consumatori che sono poco sensibili al prezzo a fronte del riconoscimento del valore aggiunto dato da: SENSI (gusto, sapore, profumo e vista), SALUTE (caratteristiche nutrizionali), STORIA (elementi riconducibili all’origine del prodotto, alla zona di produzione e ai metodi di produzione) e COMODITA’ (sia relativa ad un risparmio di tempo nel cercare gli ingredienti che nel cucinare avendo già tutto pesato).
Ci rivolgiamo principalmente ai seguenti segmenti:

  • ITALIA: amanti del cibo che vogliono sperimentare nuove ricette e prodotti tipici, persone che ricercano un gift originale
  • ESTERO: expatriates, italian food lovers
  • TURISMO: turista che porta a casa un gift enogastronomico della zona visitata, esigenza del turista di cucinare un piatto senza dover fare la spesa nell’appartamento del residence in cui alloggia.

I nostri target li raggiungiamo tramite il canale B2B, ad oggi tra i nostri clienti abbiamo:

  • ENOTECHE,
  • SHOP GOURMET,
  • BAKERY,
  • SHOP ALL’INTERNO DELL’AEROPORTO
  • RESIDENZE TURISTICO ALBERGHIERE
  • RISTORANTI ITALIANI ALL’ESTERO
  • AZIENDE PER REGALISTICA

Siamo inoltre in trattativa con delle catene di grandi magazzini situate in Europa e con un grossa catena di Duty Free e Food service nei principali aeroporti del mondo e stazioni di servizio europee.

Perché investire

My Cooking Box nasce con l’obiettivo di valorizzare il patrimonio enogastronomico italiano non solo in termini di ingredienti ma di ricette. Il vero segreto del gusto inimitabile del cibo italiano è dato dalle ricette che nascono sia dalla tradizione culinaria del nostro Paese che da una continua ricerca in termini di innovazione.

My Cooking Box è una startup innovativa ed è incubata all’interno di SpeedMiUp, l’acceleratore dell’Università Bocconi e Camera di Commercio di Milano che ci supporta con attività di tutoring, networking e creazione di sinergie.

Abbiamo stretto una partnership con Accademia del Gusto, ente affermato e qualificato dell’erogazione di corsi di alta cucina ed organizzatore di importanti eventi nel settore food. Un’importante realtà che recluta ogni anno i migliori chef di tutta Italia per portarli nelle loro cucine ed eventi. Con l’associazione ed i loro chef avviene la parte iniziale di validazione (in particolare la valutazione della qualità degli ingredienti, delle ricette e delle corrette dosi, le prove per stabilire la modalità corretta di esecuzione della preparazione del piatto, i test su un campione di chef per verificare la ricetta).

Crediamo nel potenziale di My Cooking Box e nella sua scalabilità, innanzitutto per la forte crescita della domanda estera di Made in Italy e per il trend del “COOKING” a cui stiamo assistendo in questo periodo che ha condizionato anche i media (TV, social, stampa, ecc.). Il nostro prodotto risponde ad un mercato la cui domanda è in forte crescita, solo negli Stati Uniti il mercato del meal kit service vale già 1,5$ billion ed è stimato a 6$ billion per il 2020. Il nostro consumatore vive  l’esperienza di cucinare con le proprie mani il gusto inimitabile del piatto italiano, scoprendo nuovi prodotti eccellenti e cucinando in comodità e senza sprechi.

Risultati raggiunti

Dopo una fase di studio e ricerca prodotto ed aver rigorosamente predisposto il sito produttivo a norma a novembre 2015 abbiamo avviato la prima produzione per eseguire i primi test di mercato, e nonostante i negozi avessero già pianificato gli ordini natalizi con i loro fornitori a settembre, siamo riusciti a suscitare il loro interesse. Abbiamo venduto ad oggi circa 1500 box, in più di 20 punti vendita nel Nord Italia (enoteche, negozi gastronomici, bakery).Abbiamo iniziato da poco a proporre le nostre box all’estero in particolare Germania, Inghilterra e Spagna.
Per esempio, in Germania su 40 clienti potenziali visitati 31 si sono mostrati interessati al prodotto e hanno richiesto un’offerta, in un negozio a Mannheim abbiamo venduto 50 box e un ristorante ci ha confermato un ordine di 600 box personalizzate.
Abbiamo inoltre attive delle richieste di offerta da operatori di vari Paesi (Svezia, Francia, Spagna, Austria, Danimarca, USA,Canada, Cina, South Africa) che hanno considerato molto notevole il prodotto e con alto potenziale.
Abbiamo vinto il bando progetto Innovazione di Assocamere Estero, ICE, Ministero dello Sviluppo Economico che prevede l’ingresso in un Paese in cui è presente una CCIE. Abbiamo già incontrato i Segretari di Svizzera, Inghilterra e Spagna che risultano molto interessati a fissare gli incontri con i potenziali clienti e sviluppare il nostro piano di ingresso in quel Paese.

Come investiremo i capitali raccolti

SVILUPPO NUOVE BOX

Vorremmo ampliare la nostra offerta per arrivare pian piano ad avere una box con una ricetta tipica di ogni regione italiana. E’ più facile proporre nei negozi, nelle stazioni di servizio ed aeroporti un prodotto tipico di quel territorio.
I capitali raccolti ci servono quindi in parte per studiare, progettare e realizzare le nuove box. Vorremmo creare la ricetta lombarda, toscana e romana per proporre il prodotto in luoghi altamente attrattivi dal punto di vista turistico (Milano, Firenze e Roma).
In caso di overfunding le risorse raccolte ci permetterebbero di studiare nuove linee di prodotto in particolare la linea senza glutine, per bambini e quella dedicata agli sportivi.

ADVERTISING

Inoltre una quota del capitale raccolto ci servirà per finanziare una parte delle spese che abbiamo pianificato in marketing e comunicazione.
Il nostro piano marketing prevede azioni utilizzando i seguenti strumenti orientanti sia al B2B che ha il B2C per far conoscere il prodotto e far crescere la domanda direttamente dal consumatore:

  • FIERE DI SETTORE: esposizioni dedicate al food italiano nei principali paesi europei
  • SPONSOR: partecipazione come sponsor a eventi con ospiti con alto potere di acquisto (Gala Dinner, Gare di Golf, eventi dedicati al vino)
  • SOCIAL: svilupperemo le varie pagine aziendali all’interno dei principali social network, utilizzando tali spazi come contenitori e divulgatori di informazioni
  • BLOG: nel sito è previsto un BLOG collegato ai social media con l’intento di creare una community che tratti diversi argomenti studiati in rubriche di specialisti e blogger, che pubblicheranno settimanalmente un articolo. Gli articoli vengono studiati insieme e coordinati su temi specifici in modo che gli specialisti pubblichino articoli coerenti tra di loro. Nel dettaglio sono previste le seguenti rubriche: RICETTE, ALIMENTAZIONE E SALUTE, RIUSO CREATIVO, ZERO SPRECHI
  • WEB MARKETING: tramite VISIBILITA’ ONLINE sui motori di ricerca attraverso la tecnica per posizionamento basato sulla long-tail, e campagne pubblicitarie su Google, Partners e banner su siti targettizzati
  • NEWSLETTER: prevediamo l’implementazione di un programma di gestione di newsletters per raggiungere tutti gli utenti e mantenere un collegamento continuo con i nostri clienti o potenziali clienti
  • CANALE VIDEO: sul sito saranno presenti le video ricette di ogni box e verrà creato un profilo video YouTube con interviste agli chef, visite e brevi interviste ai produttori degli ingredienti, consigli della nutrizionista, racconti del territorio
  • SPONSORIZZAZIONI BLOGGERS: da una prima analisi abbiamo notato che l’oggetto molto “chic e sfizioso” ha attirato l’attenzione dei bloggers, pensiamo così di sviluppare questo canale come divulgatore pubblicitario.

Questa sezione è riservata agli utenti registrati.

Questa sezione è riservata agli utenti registrati.

Questa sezione è riservata agli utenti registrati.

Questa sezione è riservata agli utenti registrati.

Questa sezione è riservata agli utenti registrati.

Questa sezione è riservata agli utenti registrati.

Le informazioni dell'offerta non sono soggetto all'approvazione di Consob. L'emittente è l'unico responsabile per la completezza e l'accuratezza dei dati e delle informazioni fornite dalla stessa. Si evidenzia all'attenzione dell'investitore che gli investimenti in strumenti finanziari emessi da startup innovative sono illiquidi e caratterizzati da un rischio molto alto.