Una valutazione pari a 119 milioni di euro. È uno dei recorddi Cynny: mai nessuna azienda nella storia dell’equity crowdfunding italianoera arrivata a un valore così alto.

La società, oltre a MorphCast (piattaformaper il web marketing) e al Cloud Storage, ha realizzato M-roll, un innovativostrumento per il digital advertising che permette di realizzare videopubblicitari in grado di interagire in tempo reale con le emozioni dellospettatore.

In che modo funziona? Attraverso la videocamera di pc, tablet osmarphone, vengono analizzate le espressioni facciali di chi guarda adattandole scene, le trame e gli effetti video in base alle reazioni dell’utente.

Cynny-Logo.jpgIl potenzialedi questa tecnologia può essere sperimentato da tutti grazie alla campagna dicomunicazione che Cynny ha lanciato: bossbuster.

“Il prodotto è brevettato e siamo in fase di go to market –spiega Stefano Bargagni, fondatore e amministratore delegato di Cynny –Praticamente è un sistema che fa in modo di attirare sul telefonino lepubblicità adatte all’utente senza però dire a nessuno chi è né le suecaratteristiche. Per questo tuteliamo la privacy: noi non gestiamo i dati dell’utente.Inoltre siamo più efficaci dei sistemi tradizionali perché ci basiamosull’emotività del fruitore e non sul suo comportamento”.

L’unicità di questo prodotto ha attirato le attenzioni diMartin Percy; “È un famoso regista nel mondo dei video digitali – raccontaBargagni – Quando ha visto il nostro prodotto ha detto che dopo dieci anni diinverno in questo mondo finalmente è uscita la luce ed è arrivata laprimavera”.

cinny bossbuster piccola.pngPer sviluppare ulteriormente le potenzialità del propriobusiness, Cynny ha quindi deciso di lanciare una nuova campagna di equitycrowdfunding sulla piattaforma CrowdFundMe. 

L’obiettivo iniziale è fissato a200 mila euro, di cui oltre 107 mila sono già stati raccolti. Inoltre, lasocietà ha avviato il processo di valutazione di investimento in equity daparte di due fondi, per questo motivo la campagna di raccolta è “aperta perinvestimenti”.

“Molti investitori ci hanno chiesto quando avremmo lanciatoun’altra campagna di crowdfunding– sottolinea l’ad – Adesso puntiamo ainternazionalizzarci sempre più. La maggior parte del capitale raccolto, piùdell’80%, sarà destinato ad attività di go to market, quindi marketing ecommerciale. Perché di ricerca ne abbiamo fatta tanta e continueremo a farla, maadesso abbiamo in mano un prodotto maturo e puntiamo sullacommercializzazione”.

Cynny, che è una Spa italiana con uffici anche nella SiliconValley e a Londra, ha attivato di recente due importanti contratti con leagenzie Nucco Brain e Unit9.

cynny - faccine piccola.jpg“Da un punto di vista qualitativo – affermaBargagni – sono contratti importantissimi perché le due società sono leboutique del mondo digitale. Le grandi agenzie di pubblicità vanno da questeaziende a cercare nuove tecnologie da proporre ai clienti. Quantitativamenteparlando, inoltre, ci indicano un target di forecast di circa 500 mila sterlineall’anno: un ottimo risultato”.

Gli investitori possono ipotizzare importanti prospettive divalorizzazione della loro partecipazione, non solo sulla base del grado di innovazionee della maturità della tecnologia proprietaria, ma anche considerando irisultati pregressi: le azioni acquistate nel 2017, durante la prima campagnacrowdfunding, ad oggi hanno realizzato un incremento del 7%.

L’azienda, fondata nel 2013, ha raccolto risorse per 9 milionidi euro da oltre 600 soci, compresi investitori istituzionali, soggettispecializzati nell’intermediazione mobiliare e imprenditori italiani.

Ilprogetto originale di Cynny, come racconta Bargagni, “è nato dallaconstatazione dell’enorme sviluppo che avrebbe avuto il mondo del cloud, inparticolare del cloud storage. È iniziato con l’obiettivo di far fruire agliutenti i file direttamente tramite internet. C’è chi vede il cloud storage solocome un hard disk dove depositare i dati per poi sincronizzarli su tutti idevice, come Dropbox ad esempio. La mia idea è diversa: i file devono esserefruiti direttamente nel cloud senza essere riportati sui device. Il progettoiniziale era quindi quello di creare un sistema disponibile a tutti conl’ausilio di un motore che permettesse di rendere fruibili i file direttamentesul web. Poi c’è stata tutta l’evoluzione che ci ha portato ai prodottiattuali”.

Per ulteriori informazioni, è possibile leggere ilWhitepaper di Cynny scaricabile dalla home page del sito www.cynny.itanche in versione italiana oppure contattare il team attraverso una chatTelegram dedicata proprio ad investitori, soci e interessati: morphcast

Per partecipare alla campagna clicca qui