Streeteat
Streeteat
Equity
4,8%
Valuation
€ 2.000.000
Premoney
Obiettivo
€ 100.000
Investiti
€ 500
Progetto concluso
Streeteat
Obiettivo
€ 100.000
Obiettivo Max
€ 350.000
Chip minimo
€ 500
Tipo società
Startup Innovativa
Tipo quota
A (€ 20.000), B

Descrizione

Streeteat nasce da una necessità ben specifica: come fare a trovare il food truck con il cibo desiderato il prima possibile e soddisfare così la propria voglia di cibo di strada?

Viene così alla luce nel 2015 la prima app italiana in grado di geolocalizzare e aggregare i Food Truck sparsi per l’Italia, con una duplice funzione: permettere agli appassionati di cibo di strada di trovare tutti i truck all’interno di un’unica piattaforma e dare agli stessi trucker uno strumento di marketing efficace, per farsi conoscere da potenziali clienti.

Duplice è anche la modalità di fruizione di Streeteat: da un lato l’app permette agli utenti di trovare i truck per attività e specialità cucinate, dall’altro il sito web funge da utile strumento per l’organizzazione di eventi e catering non convenzionali (pensate se alla festa aziendale di Natale ci fosse un truck di ostriche e champagne). Il lato web è inoltre attivo anche come canale informativo: attraverso il Blog, Streeteat tiene aggiornati gli appassionati di Street Food con notizie e curiosità, rappresentando così il punto di riferimento nel mondo della cultura del cibo di strada.

Grazie a queste sue caratteristiche in poco tempo Streeteat è divenuto un amplificatore dei food truck di qualità in tutta Europa, con migliaia di visite sul sito web e 22.000 download dell’app.

La missione di Streeteat è non solo quella di far trovare i truck più vicini all’utente, ma anche quella di portare innovazione e professionalità nel settore dello street food per elevarne la qualità e il livello di servizio. Un vero e proprio punto di incontro tra domanda e offerta, catalizzatore e promotore di nuove opportunità di sviluppo e crescita che consente di aprire nuove strade e nuovi mercati nella filiera del Food & Retail.
A seguito dell’ampio risalto dato dalla stampa nazionale e internazionale allo street food, le imprese – soprattutto i grandi brand delle multinazionali – rivolgono ora la loro attenzione verso il mondo dei food truck e individuano in Streeteat l’interlocutore ideale per sviluppare progetti ad ampio respiro, comunicare e distribuire i propri prodotti e servizi in chiave innovativa e contemporanea.

Perché investire

In Europa il settore dei food truck è in continua crescita, ma non esistono strumenti di vendita per valorizzarne i servizi. Il principale canale di distribuzione – escludendo la classica attività su strada, che soffre però le limitazioni dei Comuni per l’occupazione del suolo pubblico – sono i Festival ad esso dedicato. Ma anche questi presentano alcuni limiti: primo tra tutti la stagionalità (si svolgono in gran parte solo da aprile a settembre), ma anche il moltiplicarsi degli appuntamenti sulla scia del successo della “tendenza Street”, che non garantisce sempre la qualità dei Truck coinvolti da una parte e l’affluenza di pubblico prevista dall’altra.

Le nuove linee di business sviluppate da Streeteat si inseriscono in questo contesto, andando a creare nuove occasioni di guadagno per i trucker e ponendosi come nuovo canale di distribuzione per piccole e grandi aziende, garantendo la professionalità delle sue affiliazioni.

Streeteat_9

Secondo una ricerca, di Nielsen, a livello globale il 27% dei consumatori che ha mangiato fuori casa nel 2016 ha scelto lo street food (con un dato a livello europeo in crescita che si attesta al 16%), un successo dato dalla felice combinazione di prezzi contenuti, originalità dei prodotti, rapidità nel consumo e contatto diretto con gli operatori. Una ricerca promossa da Tuttofood e realizzata da Ipsos nel marzo 2017, poi, rileva una crescita del consumo dei pasti fuori casa (una volta a settimana per il 40% del campione – 800 intervistati per una fascia d’età che va dai 18 ai 65 anni) che può svolgersi presso attività di street food o con delivery nel 57% dei casi.

Anche la situazione italiana è positiva: da un’indagine di Coldiretti/Ixe risulta che più di un italiano su due (52%) sceglie lo Street Food e il 39% degli acquisti gastronomici degli stranieri avviene presso i venditori di strada. L’offerta nel Bel Paese, infatti, è variegata e può contare su cibi della tradizione che ben si adattano al formato “da strada”: un significativo 69% dell’offerta dello Street Food italiano è composto da ricette regionali. Streeteat ne aggrega già numerosi, ma il mercato è ancora da esplorare. Solo nel 2015 il settore ha conosciuto una crescita del 10,7% contro il 4,4% della ristorazione tradizionale, raggiungendo nel 2016 l’importante numero di 2.271 attività di ristorazione ambulante (+13%).

Oggi Streeteat è un brand riconosciuto a livello nazionale ed europeo come aggregatore di food truck. Ha un portafoglio clienti molto importante costituito da gruppi nel mondo della ristorazione collettiva, agenzie congressuali, agenzie di marketing, brand di food che si affidano a Streeteat come interlocutore per servizi di catering, servizio e sostituzione mensa con food truck e partner per progetti speciali di comunicazione in chiave street food.

Dopo un primo anno di sviluppo e assestamento del network, nel biennio 2016-2017 Streeteat ha elaborato i propri modelli di business creando dei segmenti di mercato nuovi. Il modello di Streeteat è sempre in evoluzione, forte della sua capacità di adattamento agli andamenti del mercato. La carica innovativa e creativa sono ciò che permetteranno uno consolidamento aziendale e uno sviluppo reale dei fatturati (già cresciuti del 600% nell’ultimo anno rispetto al primo).

L’offerta di Streeteat si articola in diversi servizi, ognuno caratterizzato da ampi margini di crescita:

  • Servizio catering: le aziende e gli organizzatori di eventi prenotano food truck dalla nostra piattaforma,
  • Progetti speciali: sviluppiamo progetti per aziende o brand dal mondo del food, GDO e della comunicazione o anche altre realtà che vogliono diversificare le proprie attività per aprire nuove strade e nuovi mercati nella filiera del Food & Retail,
  • Vendita di spazi commerciali: Streeteat attraverso il proprio portale entra in comunicazione con le società di gestione di spazi come outlet, centri commerciali per affittarne gli spazi e permettere così ai truckers di accedere a nuove occasioni di business,
  • Companeat: servizio di mensa aziendale, attraverso una rotazione di food truck il servizio viene utilizzato come servizio alternativo o sostitutivo della tradizionale mensa offrendo una varietà di cucine sempre diverse per i propri dipendenti. In altri casi collaboriamo con importanti gruppi di ristorazione collettiva inserendo i nostri truck come sostituzione o supporto alla mensa per determinati periodi, offrendo un servizio alternativo al dipendente.

Streeteat_10

Risultati raggiunti

In tutti i nostri servizi siamo sempre l’unico interlocutore con il cliente a cui fattura interamente Streeteat, mettendo a disposizione un referente commerciale, un project leader e un location manager.

Streeteat_risultati_raggiunti

Finora Streeteat ha registrato i seguenti risultati (considerando il periodo maggio 2015 – oggi):

CATERING con fatturato totale €185.000 (50% del fatturato) e oltre 100 eventi già gestiti tra:

  • catering aziendali (con numero di partecipanti fino a 1.500pax)
  • catering privati (fino a 250 persone servite ad evento)
  • Road Show con 30 date in tutta Italia

PROGETTI SPECIALI con fatturato totale €50.000 (20% del fatturato)

In occasione del Fuori Salone 2016 in Porta Romana a Milano, il nostro truck è stato brandizzato e personalizzato con il marchio della nota birra Ichnusa e ogni giorno i ristoratori del quartiere si sono alternati a bordo del furgone proponendo le loro ricette in chiave street food.

Abbiamo già in programma il lancio di Special Projects che vedono coinvolti importanti brand nel mondo del food, blogger e GDO, a dimostrazione di come Streeteat possa fungere da market enabler per aprire nuove strade e nuovi mercati nella filiera del Food & Retail.

Tra gli ultimi avviati, Truck Cucù-Cucine e Culture è stato ideato e sviluppato insieme all’associazione Milano Sei l’Altro. Si tratta di un progetto di welfare comunitario che ha l’obiettivo di promuovere l’occupazione, l’empowerment e l’auto-imprenditorialità delle donne attraverso la sharing economy.
Streeteat offre la propria esperienza, assistenza ed un truck personalizzato alle signore che vogliono diventare trucker, anche solo per un giorno, e si pone come intermediario tra questo servizio e le aziende che lo richiedono per eventi speciali o le pause pranzo dei propri dipendenti.  Ci accompagnano in questo viaggio anche altri partner importantissimi: la Cooperativa Farsi Prossimo attraverso la sua attività “M’AMA FOOD – catering dal mondo”, il progetto Cuochi a Colori, promosso da One World Srl, e Chico Mendes Onlus. Il progetto innovati porterà benefici in ambito di welfare comunitario, culturale e di servizi alla persona.

VENDITA SPAZI COMMERCIALI con fatturato totale €35.000 (15% del fatturato)

  • Stazione di Porta Garibaldi a Milano: gestione dello spazio della stazione nel quale Streeteat ha portato un food truck per un mese intero, creando una nuova occasione di business sia per i proprietari dello spazio che per i trucker, diversificando così il mercato per entrambi e offrendo allo stesso tempo una alternativa gustosa ai passanti così come ai pendolari
  • Outlet Natale: tra i mesi di dicembre 2017 e gennaio 2018 pianificheremo e gestiremo attività all’interno di aree Street Food da noi appositamente create di due importanti outlet Italiani, con una affluenza prevista di 220.000 persone
  • Vapitaly: nel 2017 Streeteat è stato incaricato dal management di Vapitaly di gestire l’intera area Street Food portando una selezione di food truck del proprio network all’interno di Verona Fiere e servire oltre 23.000 persone in 3 giorni

COMPANEAT con fatturato totale €35.000 (15% del fatturato)

  • Generali Assicurazioni: per oltre un mese in cui un truck gourmet è stato inserito a supporto della mensa in due sedi presso Mogliano Veneto
  • Azienda con 2.000 dipendenti, Milano: per oltre due mesi si sono alternati food truck di differente natura negli spazi all’aperto della società, fornendo un servizio mensa altrimenti assente
  • Cassina Plaza, centro direzionale: sostituzione della mensa per 250 persone per la durata di un mese

Streeteat_4_2

Streeteat in Europa

Streeteat si muove anche in ambito europeo con truck in Spagna, Francia, Regno Unito e Olanda.
La nostra ultima conquista in campo europeo è stata l’esportazione del modello di business di “Companeat” ad Amsterdam, dove abbiamo portato i nostri food truck all’interno dell’Università cittadina (UVA e HVA, Università di Scienze Applicate). A seguito di un primo test eseguito durante l’estate 2017 verrà pianificata una serie di attività per il 2018, replicando i modelli applicati in Italia.

Come investiremo i capitali raccolti

A seconda dell’ammontare complessivo del capitale raccolto attraverso la campagna di crowdfunding utilizzeremo i fondi in diverse aree e in maniera differente, secondo le prospettive che seguono.

Con un capitale raccolto di 100.000€

  • amplieremo i nostri canali di comunicazione;
  • amplieremo le nostre risorse umane, oltre al team attuale, assumendo un business developer e avvalendoci della collaborazione di altre figure professionali freelance per l’Italia e per l’estero;
  • pianificheremo e implementeremo attività di pubblicità e marketing sia on-line (Facebook Ads, Instagram, LinkedIn, Google Adwords) che offline (partecipazione ad eventi di settore, ecc…).

In questo modo continueremo a consolidare network e il nostro parco clienti affermandoci sempre di più come unico punto di riferimento dello street food.

Con un capitale raccolto di 350.000€

  • Svilupperemo da subito il nuovo sito web B2C grazie al quale diventeremo un punto di riferimento per lo street food di eccellenza e potremo monetizzare attraverso: pubblicità online, progetti speciali di comunicazione per i brand in chiave street food online, il primo e-commerce di street food dove sarà possibile acquistare un servizio food truck catering e merchandising a brand Streeteat;
  • Svilupperemo e aggiorneremo la app, implementando anche nuovi servizi di pagamento;
  • Inseriremo nel piano marketing collaborazioni con le migliori professionalità esterne tra le agenzie di comunicazione e uffici stampa, al fine di massimizzare da subito le attività di brand awareness nei confronti degli utenti target.

Questa sezione è riservata agli utenti registrati.

Tutti i progetti sono corredati da business plan dettagliati che evidenziano perché investire, i risultati raggiunti, il mercato d’appartenenza e le strategie future.

Registrati ora e scopri tutti i dettagli !

Registrati

Hai un account? Login!

Questa sezione è riservata agli utenti registrati.

Tutti i progetti sono corredati da business plan dettagliati che evidenziano perché investire, i risultati raggiunti, il mercato d’appartenenza e le strategie future.

Registrati ora e scopri tutti i dettagli !

Registrati

Hai un account? Login!

Questa sezione è riservata agli utenti registrati.

Tutti i progetti sono corredati da business plan dettagliati che evidenziano perché investire, i risultati raggiunti, il mercato d’appartenenza e le strategie future.

Registrati ora e scopri tutti i dettagli !

Registrati

Hai un account? Login!

Questa sezione è riservata agli utenti registrati.

Tutti i progetti sono corredati da business plan dettagliati che evidenziano perché investire, i risultati raggiunti, il mercato d’appartenenza e le strategie future.

Registrati ora e scopri tutti i dettagli !

Registrati

Hai un account? Login!

Questa sezione è riservata agli utenti registrati.

Tutti i progetti sono corredati da business plan dettagliati che evidenziano perché investire, i risultati raggiunti, il mercato d’appartenenza e le strategie future.

Registrati ora e scopri tutti i dettagli !

Registrati

Hai un account? Login!

Le informazioni dell'offerta non sono soggette all'approvazione di Consob. L'emittente è l'unico responsabile per la completezza e l'accuratezza dei dati e delle informazioni fornite dalla stessa. Si evidenzia all'attenzione dell'investitore che gli investimenti in strumenti finanziari emessi da startup innovative sono illiquidi e caratterizzati da un rischio molto alto.