La settimana di CrowdFundMe (20/2018)

Monday May 21st, 2018, 997 Views

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

FINALMENTE OPEN INNOVATION!

Altro che record di overfunding nelle prime otto ore… “Alboreto is nothing”!

Siamo davvero soddisfatti!

In Italia credo ci siano stati pochi casi reali di Open Innovation finora: ne ho spesso sentito parlare, ma purtroppo l’ho vista realizzarsi ben poco.

Su CrowdFundMe questa settimana abbiamo avuto il piacere di presentare un vero e proprio caso di successo di Open Innovation: il gruppo Industrie De Nora ha investito più di 600.000 euro nella startup Glass To Power attraverso il nostro portale!

Lo scorso martedì 15 è infatti iniziata la seconda campagna di equity crowdfunding di Glass To Power, spin-off dell’Università degli Studi di Milano Bicocca che produce pannelli fotovoltaici trasparenti utilizzabili al posto dei vetri delle finestre. Federico De Nora SpA conferma la sua quota nella compagine societaria di Glass to Power proprio perché la società è interessata ad utilizzare la tecnologia della startup nel suo ambito industriale, invece che svilupparla internamente dilungando i processi: ecco perché Alberto Cominelli, CTO di Industrie De Nora SpA, ricopre la stessa carica in Glass to Power.

Il grande contributo all’aumento di capitale che fa sì che possiamo con orgoglio parlare di Open Innovation, arriva da Federico De Nora SpA, società holding del Gruppo Industrie De Nora, multinazionale italiana leader nelle tecnologie elettrochimiche per la crescita sostenibile. Federico De Nora SpA ha riaffermato la fiducia in Glass To Power alla luce anche dei risultati già conseguiti e ha investito €626.740 direttamente sul portale CrowdFundMe per mantenere la propria quota del 25%. Ecco l’Open Innovation che ci piace e di cui il nostro ecosistema imprenditoriale ha bisogno. In questo senso stiamo tra l’altro dialogando anche con il PoliHub.

Se è vero che per Open Innovation si intende “quel paradigma che afferma che le imprese possono e debbono fare ricorso ad idee esterne, così come a quelle interne, ed accedere con percorsi interni ed esterni ai mercati se vogliono progredire nelle loro competenze tecnologiche” (H. Chesbrough)… direi proprio che questa volta abbiamo portato a termine l’impresa (ed è solo l’inizio!)

Prima di salutarvi, un breve riepilogo delle nostre campagne attive:

  • Userbot: mancano poche migliaia di euro all’esaurimento dell’aumento di capitale! (euro 151.100 da 87 investitori)
  • InSilicoTrials: mancano poche migliaia di euro al raggiungimento dell’obiettivo iniziale! (euro 126.600 da 63 investitori)
  • Melligo: ancora pochi giorni per investire ed entrare a far parte di questo successo! (euro 63.750 da 46 investitori)

Buon weekend a tutti!

You must be logged in to leave a comment

  • Domenico says:

    Buongiorno. Io mi sono appena approcciato a questo mondo – ho messo 5 piccole fiches sul piatto – e ma ritengo che il crowdfunding potrà davvero divenire una realtà SOLO e soltanto quando verrà creato un mercato secondario. Cosa pensate sia necessario fare, con il supporto di chi (istituzioni?) e con che orizzonte temporale plausibile? Grazie

    • crowdfundme says:

      Caro Mauro, grazie per il tuo commento! Stiamo lavorando alacremente alla realizzazione di un mercato secondario, speriamo di poter presentare una versione beta nei prossimi mesi. Stiamo collaborando con CONSOB per aggiornare il regolamento e abbiamo un contratto di esclusiva con DIRECTA SIM che ci affiancherà nella gestione.

      Team CrowdFundMe