Sharewood.PNG

Molte startup partono da idee brillanti e innovative, mamancano di un business plan concreto, un mercato di riferimento e fonti diricavi delineate. Tre elementi che non mancano a Sharewood, la startup che unisce il modello dellasharing economy al noleggio dell’attrezzatura sportiva outdoor: dagli sci alletavole da surf, fino alle downhill bikes. Un mercato con un potenziale da 25miliardi di euro a livello europeo. Per sostenere il suo sviluppo lapiattaforma ha dato avvio ad una campagna di finanziamento equity crowdfundingsu Crowdfundme,con un obiettivo di raccolta di 75 mila euro.

Il business plan di Sharewood, in caso di raccolta a 75milaeuro, ha obiettivi ambiziosi ma chiari: la crescita attesa della comunità diutenti di Sharewood dovrebbe portare ad un balzo del volume di scambi diattrezzature effettuati fino a 8,1 milioni di euro nel medio termine (terzoanno di attività). La fee applicata dal portale su ciascuna transazione P2P(22,1%) dovrebbe portare nelle casse di Sharewood 2,1 milioni di euro, a cui siaggiunge il fatturato derivante dagli abbonamenti dei negozi di noleggio, 25euro mensili. Un introito totale di 4,8 milioni di euro. Le proiezioni delbusiness plan non tengono inoltre conto di possibili altre fonti di revenue:dalla copertura da danni ai sistemi di up-selling e dal cross-selling allapubblicità sul portale.

Con questa base di introiti, la startup prevede un Ebitdapositivo già dal secondo anno di attività, mentre per il terzo anno è atteso unutile di oltre 3 milioni di euro. Date le proiezioni del business plan, tra 3anni il valore complessivo della piattaforma potrebbe aggirarsi su 30 milionidi euro, dai 3 milioni di valutazione attuale della società. Un potenziale1.000% di rendimento e le prospettive del business plan in caso di raccoltasuperiore sono ancora migliori.

Sharewood-Italia.jpgLa maggior parte delle risorse raccolte (55%) sarannoinvestite in marketing , per portare, entro dicembre 2017 e solo in Italia, aduna community di 60 mila iscritti, con oltre 30 mila attrezzature disponibiliper il noleggio e 16 mila scambi effettuati. Uno dei punti di forza diSharewood è però la sua vocazione internazionale: la startup è attiva anche inFinlandia e sta per essere lanciata in Portogallo.

In passato già incubata in Italia daDigital Magics [DMG.MI], Sharewood sta partecipando in Finlandia al programma intensivo di accelerazionedi Vertical, numero uno tra gli acceleratori di startup sportivi, che hainvestito nella piattaforma italiana 100 mila euro. Il paese nordico è uno deipaesi al mondo con il maggior numero di sportivi e il suo mercato delleattrezzature vale 1,3 miliardi, quasi il doppio di quello italiano. Sharewood èinoltre nella short-list di Portugal Ventures che consentirebbe di accelerarel’apertura al mercato portoghese e spagnolo a partire dal prossimo anno.

Crowdfundme  harecentemente introdotto il processo  ‘Clicca&Investi’, grazie allemodifiche del regolamento Consob. I potenziali investitori possono completarel’intera operazione online. Nel caso di Sharewood l’investimento minimo è di250 euro.
www.websim.it
www.websimaction.it