In soli  sette  giorni da quando il progetto è stato pubblicato sul portale CROWDFUDNME , la startup MY COOKING BOX, un’originale scatola regalo per cucinare a casa le ricette dei migliori chef con prodotti di alta qualità, ha raccolto oltre 28mila euro, pari al 57% dell’obiettivo. Ma altri ordini sono in arrivo e potrebbero portare a chiudere la raccolta di capitali con largo anticipo rispetto alla scadenza.

Sarebbe il secondo successo consecutivo per il portale guidato da Tommaso Baldissera (nella foto) Baldissera.JPGche a fine giungo aveva completato la raccolta di capitali per la startup CleanBnB, attiva nel settore della locazione per brevi periodi, superando di oltre 2,5 volte l’obiettivo: a fronte di una richiesta di 50mila euro, CleanBnB ne ha raccolti 126mila.

«Siamo decisamente soddisfatti – commenta Baldisera – di come è partita la campagna di My Cooking Box. Ammettiamo che si tratta anche di un risultato che non ci aspettavamo: il nostro obiettivo era quello di partire in sordina in agosto sfruttando i primi feedback per perfezionare la campagna in vista di settembre, alla fine del periodo di ferie. Invece in una manciata di giorni abbiamo raccolto più della metà del target».

A differenza delle altre campagne di CrowdFundMe, caratterizzate da un numero alto di piccoli investitori, per  My Cooking Box i capitali raccolti provengono “solo” da 6 investitori, di cui 3 con quote superiori ai 10mila euro. «Merito sicuramente dell’ottima fattura del progetto- continua Baldissera – che subito ha fatto breccia nei cuori (e nelle tasche) degli investitori più facoltosi.  Questa è comunque una statistica che ci rallegra poiché dimostra come CFMMy Cooking Box.jpg sappia puntare ad ogni tipo di investitore: grandi e piccoli. Ora aspettiamo settembre, quando il progetto verrà conosciuto anche da chi ora si sta godendo il mare sotto l’ombrellone».

My Cooking Box è una startup che apre un nuovo e innovativo filone nel settore del “food delivery”: invece di un piatto pronto, invia a casa una confezione contenente gli ingredienti già dosati per cucinare alcuni dei migliori piatti italiani. La mission aziendale è far gustare a persone di tutto il mondo i veri sapori italiani, con ricette dedicate, studiate da chef di primo piano: Francesca Marsetti (Chef su Rai 1), Fabio Potenzano (Chef della Nazionale Italiana Cuochi e Chef su Rai 2) e Roberto Proto (Chef-patron del ristorante Il Saraceno di Cavernago, una stella Michelin). Gli ingredienti all’interno della scatola sono tutti certificati e prodotti nel loro territorMy Cooking Box bis.jpgio d’origine.

La startup ha compiuto passi da gigante negli ultimi mesi: ha venduto 1.500 box, per un fatturato complessivo di 19.200 euro e ha già nuovi ordini per altre 2.000. Da questi numeri emerge la conferma all’obiettivo di esportare il gusto italiano in tutto il mondo: le spedizioni hanno già raggiunto Germania, Inghilterra e Spagna, mentre le prossime saranno dirette anche verso Svezia, Francia, Austria, Danimarca, USA, Canada, Cina, Repubblica Sudafricana.

My Cooing Box ha un primo obiettivo di raccolta di 50mila ero, con una soglia di investimento minima di 250 euro. Sul mercato viene offerto il 6% per una valutazione complessiva pre-money di 783mila euro. Per sottoscrivere basta recarsi sul Portale, completamente rivisto rispetto al passato, nella sezione dedicata al progetto e passare l’ordine. Per maggiori dettagli CLICCA QUI.

www.websim.it
www.websimaction.it