Con l’equity crowdfunding, le startup che hanno terminato un percorso d’incubazione o accelerazione possono aprirsi alla loro successiva fase di vita.

I vantaggi per le startup possono essere riassunti in 4 macro punti:

1Aumento del potenziale d’investimento:

la piattaforma permette alle startup di diversificare i tipi di investitori, allargando la base a potenziali investitori che altrimenti non avrebbero avuto accesso all’aumento di capitale. Peraltro, possono anche essere emessi tipi di quote con privilegi diversi, in funzione per esempio dell’entità dell’investimento (quote A e quote B)

2Validazione del modello di business:

l’equity crowdfunding dà la possibilità di validare il modello quantificando in modo statistico e significativo:

  • l’appetibilità verso il mercato
  • la facilità di comprensione dell’idea
  • la potenziale customer base
  • altri KPI

3Esposizione mediatica:

l’equity crowdfunding permette alla startup di avere ampia esposizione mediatica. Grazie ad eventi, road-show e collaborazione con agenzie stampa pubblichiamo notizie sulle startup su quotidiani come Il Sole 24 Ore, Milano Finanza, Corriere Innovazione, Economyup… oltre alla nostra partnership con Intermonte/ Websim

4Semplificazione della burocrazia:

l’equity crowdfunding permette a startup/pmi innovative di raccogliere capitali da tutto il Paese in maniera facile e veloce. Chiunque può investire direttamente da casa, senza che l’investitore debba passare da notai o camere di commercio. Inoltre CrowdFundMe è la prima piattaforma in Italia ad adottare il processo di Opt-In tramite la modalità Clicca&Investi